L’allattamento

L’importanza dell’allattamento al seno

Perché allattare al seno?
Semplice, perché il latte materno è il miglior nutrimento per tutti i neonati, il più naturale e completo possibile.
Inoltre, l’allattamento materno ha numerosi effetti benefici per il bambino e per la mamma.

Il tuo latte: proprio quello che serve al tuo bambino

Nel tuo latte ci sono tutti i nutrimenti di cui il tuo bambino ha bisogno per crescere.
Con l’allattamento il tuo bambino soddisfa un altro bisogno fondamentale: rimanere in contatto con te dopo novemesi di gestazione nel tuo grembo.
Il tuo affetto e le tue carezze, la tua vicinanza e calore, sono per il tuo bambino fattori importantissimi di cui è avido tanto quanto di latte.

Lo sapevi?

Il tuo latte cambia ad ogni poppata: ad inizio poppata è ricco di proteine e povero di grassi, mentre verso la fine aumenta la concentrazione dei grassi, indispensabili per la crescita del bambino.

 

 

Il latte materno è composto all’87% da acqua.
Nella tabella sottostante è riportata la percentuale dei principali componenti.

 

 

Principali componenti del latte materno maturo
Grassi 4,2%
Proteine 0,9%
Carboidrati (calcolati come lattosio) 7,3%
Minerali 0,2%
Calorie 72kcal/100ml

I vantaggi dell’allattamento per il benessere del bambino

 

L’allattamento materno ha numerosi effetti benefici per il bambino e per la mamma.
In particolare, si è visto che i bambini allattati al seno, rispetto ai neonati che assumono latte artificiale, sono più protetti dalle gastroenteriti e dalle infezioni respiratorie, e hanno un minore rischio di sviluppare allergie (soprattutto di tipo alimentare).

 

  • Migliora lo sviluppo cognitivo
  • È sicuro e non contiene patogeni o allergeni
  • È estremamente tollerabile e digeribile
  • È sempre disponibile alla giusta temperatura
  • “Non costa nulla”
  • Contiene gli anticorpi necessari al bambino per prevenire le malattie

I vantaggi dell’allattamento per il benessere della mamma

 

Le donne che allattano sono maggiormente protette contro il cancro della mammella prima della menopausa e secondo alcuni studi anche dell’ovaio.
Le madri hanno un minor rischio di emorragia dopo il parto, riescono a ristabilire il proprio peso corporeo più facilmente delle donne che non allattano e hanno una minore incidenza di osteoporosi, nonché di anemia perché l’allattamento ritarda la ripresa del ciclo mestruale.